Breadcrumb

Vinohrady e Vršovice: La dolce vita

Questa facile passeggiata è l’itinerario ideale per gli esteti e i buongustai. Vi farà attraversare questo quartiere elegante di Praga, che è situato in un paesaggio collinare a est del centro storico della città e che ha preso il nome dagli ex vigneti che qui erano stati piantati nel XIV secolo su ordine dell‘imperatore Carlo IV (uno di questi lo visiterete). Le case locali con le facciate decorate, i viali alberati, i bei parchi con vedute e l‘atmosfera idilliaca che ricorda Parigi sono la ragione per cui il quartiere di Vinohrady è sempre stato abitato dall’élite praghese. Oggi è conosciuto, oltre che per i prezzi degli affitti, anche per i ristoranti, le enoteche e le caffetterie di qualità. L‘itinerario conduce anche all‘adiacente Vršovice e a Žižkov, due quartieri popolari che hanno in comune una movimentata vita culturale e sociale, con molte osterie, bar e club.

Vinohrady e Vršovice: La dolce vita

DESCRIZIONE DELL'ITINERARIO:
Lunghezza dell’itinerario: 7 km

Itinerario da scaricare: Cinque passeggiate per Praga 

 

  • Piazza náměstí Míru fermata del tram e della linea A della metropolitana “Náměstí Míru”
    Il punto centrale di Vinohrady è questa piazza con la chiesa neogotica di Santa Ludmilla nel suo centro. Altri edifici importanti sono il Teatro di Vinohrady, del 1907, e la Casa Nazionale di Vinohrady, che ospita conferenze, concerti e balli.
  • Chiesa neogotica di Santa Ludmilla (kostel sv. Ludmily) – via Americká – via Koperníkova – Giardini di Havlíček (Havlíčkovy sady) e Villa Grébovka
    I Giardini di Havlíček sono ispirati al Rinascimento italiano. La grotta, le fontane, le cascate d’acqua e il laghetto creano un’atmosfera romantica che culmina nel grazioso gazebo di legno al centro del vigneto. L’intero complesso è dominato da un villa sontuosa con terrazza dalla quale si può ammirare una bella veduta dei dintorni.
  • via Rybalkova – via Kozácká – via Donská – via Krymská
    Anche il lettori del New York Times sanno che la via Krymská è il centro praghese della cultura alternativa e l’indirizzo più cool della città. Qui trovate una serie di caffetterie abbinate alla cultura e all’autentica vita notturna. Vi consigliamo di tornare nel tardo pomeriggio.
  • via Moskevská – Chiesa di San Nicola (kostel sv. Mikuláše) – Giardini di Herold (Heroldovy sady – Rangherka
    Curiosità: Il nome Rangherka deriva dal commerciante italiano Rangheri, che a Praga ha piantato i giardini di more ed è diventato il fondatore della produzione della seta praghese.
  • via Kodaňská – via Norská – via Ruská – via Chorvatská – via Na Šafránce – via Slovenská – atelier Šaloun – via Hradešínská – Villa Kotěra  – via Chorvatská – via Dykova – Chiesa di Hus (Husův sbor) 
    Degni di attenzione sono l‘atelier liberty dello scultore Ladislav Šaloun, autore del monumento di Jan Hus in Piazza della Città Vecchia, e la villa dell‘architetto modernista Josef Kotěra.
    La Chiesa di Hus, un edificio funzionalista composto da una sala per le cerimonie, una casa abitabile e un campanile, rappresenta uno dei progetti più importanti dell’architetto ceco Pavel Janák.
  • via U Vodárny – Torre della centrale idrica di Vinohrady (Vinohradská vodárenská věž)
    L’ex torre della centrale idrica è stata utilizzata per il suo scopo originario fino al 1962.
  • via Vinohradská – Piazza Jiřího z Poděbrad
    All’arrivo in questa piazza, l’attenzione viene immediatamente attirata dalla Chiesa monumentale del Sacro Cuore di Gesù (kostel Nejsvětějšího Srdce Páně), ad opera dell’architetto sloveno Josip Plečnik, al quale è attribuita anche la ristrutturazione moderna del Castello di Praga. La chiesa è l’edificio sacro più importante di Praga del XX secolo e si ispira ai modelli paleocristiani. La sua struttura ad una navata rievoca l‘Arca di Noè, mentre il largo campanile è dominato da un gigantesco quadrante di vetro dal diametro di 7,6 metri. La piazza ospita spesso i popolari mercati contadini o altri eventi culinari e culturali.
  • via Laubova – via Blodkova – Piazza Škroupovo náměstí – via Pospíšilova – Giardini di Mahler / Mahlerovy sady  – Torre televisiva di Žižkov (Žižkovská televizní věž)
    È la torre più alta di Praga (216 m), ma anche l’edificio più controverso, poiché ha ancora oggi non solo molti sostenitori, ma anche denigratori che la cancellerebbero volentieri dal panorama della città. La torre è stata costruita tra il 1985 ed il 1992 ed è costellata da sculture bizzarre di bambini giganti realizzate dall’artista ceco David Černý. Oltre alle terrazze panoramiche (che consigliamo vivamente di visitare), nella torre trovate anche un ristorante con bar ed un eccezionale albergo con una camera.
  • Vecchio cimitero ebraico di Žižkov (Starý židovský hřbitov na Žižkově) – via Fibichova – via Kubelíkova – Palazzo Akropolis
    Il Palazzo Akropolis, che è il centro culturale di Žižkov dagli interni concepiti in modo originale, tra cui un ristorante, è una meta ricercata sia da artisti famosi, che da interpreti emergenti della scena musicale, teatrale ed artistica.
  • via Vozová – Giardini di Riegr (Riegrovy sady)
    Questo parco vecchio più di 100 anni nasconde in sé angoli intimi, prati liberi e, soprattutto, scorci atipici del panorama di Praga. In estate, qui trovate anche un ristorante-giardino che per alcuni praghesi diventa un luogo alternativo in cui rilassarsi durante i mesi estivi. Per trovare un’atmosfera romantica, vi consigliamo di raggiungere il culmine del prato al confine occidentale del parco, dal quale si può ammirare una veduta atipica della Città Vecchia e del Castello di Praga. In estate è il luogo ideale per i picnic.
  • via Anny Letenské – via Ibsenova – Piazza náměstí Míru

Visualizza le informazioni dettagliate

Edifici correlati