Breadcrumb

Sotto una volta verde: Il fascino variabile dei parchi e dei giardini di Praga

Questo lungo percorso è l‘ideale per gli amanti dei paesaggi romantici. Vi porterà attraverso una serie apparentemente infinita di parchi e giardini con vedute magiche della città, evitando luoghi con grandi concentrazioni di turisti. Il percorso, che si estende lungo la riva sinistra del fiume Moldava da nord a sud, è solo leggermente ondulato, ma, a causa della varietà del terreno, vi consigliamo di indossare calzature sportive. Inizia ad Holešovice, poi sale a Letná, continua in pendenza lungo il fiume, tocca il Castello di Praga e poi attraversa il parco di Petřín fino ad arrivare ai confini della Città Piccola e di Smíchov, in uno dei parchi più belli di Praga: il Giardino di Kinský. Lungo il percorso avrete molte possibilità di fermarvi per ristorarvi. Tuttavia, la cosa più romantica è naturalmente un picnic in uno dei parchi con veduta della città.

Sotto una volta verde: Il fascino variabile dei parchi e dei giardini di Praga

DESCRIZIONE DELL'ITINERARIO:
Lunghezza dell’itinerario: 8 km

Itinerario da scaricare: Cinque passeggiate per Praga 

 

  • Strossmayerovo náměstí  fermata del tram – via Skalecká
    La piccola Piazza Strossmayerovo náměstí è il punto centrale di Holešovice, un quartiere che negli ultimi anni ha ripreso a svilupparsi; è divenuto, tra l’altro, il centro dell’arte moderna e del design. La piazza è dominata dalla Chiesa neogotica di Sant’Antonio di Padova (kostel sv. Antonína Paduánského).
  • Giardini di Letná (Letenské sady) – Expo 58
    I Giardini di Letná ricoprono la superficie della piana di Letná, che si estende da Holešovice fino a Hradčany. Qui, i prati si alternano a parchi, aiuole di fiori e superfici pavimentate. In questo luogo potrete ammirare delle vedute pittoresche della città ed alcuni edifici notevoli.
    Expo 58: questo edificio appariscente dalla caratteristica silhouette arrotondata è stato portato a Praga dal padiglione cecoslovacco dell’Expo di Bruxelles del 1958. All’epoca, il padiglione rappresentava l’apice della tecnologia edile moderna e all’esposizione mondiale ottenne il riconoscimento principale. Oggi, l’edificio viene utilizzato come uffici.
  • Castello di Letná (Letenský zámeček)
    Il Castello neorinascimentale di Letná viene utilizzato come ristorante e ospita spesso dei matrimoni. Un po’ più in là, sotto gli alberi, trovate unchiosco con molti tavoli da picnic; soprattutto nei mesi estivi, è un luogo molto popolare dove i praghesi si fermano a bere un buon bicchiere di birra.
  • MetronomoPadiglione Hanavský
    Il gigantesco Metronomo occupa un posto simbolico nella mappa di Praga. Proprio qui, una volta, si ergeva verso il cielo il gigantesco monumento di J. V. Stalin, che è stato eliminato (con la dinamite) nel 1962, molti anni dopo la morte di Stalin. Quest’opera di sette tonnellate, installata nel 1991, doveva diventare il simbolo della nuova epoca. Oggi, l’intera zona è soprattutto il paradiso degli amanti dello skateboard.
    Padiglione Hanavský: questa graziosa costruzione di ghisa è stata edificata originariamente come padiglione rappresentativo delle ferriere del principe Vilém Hanavský per l’Esposizione giubilare di Praga del 1891.
    A pochi passi dal padiglione Hanavský si trova Villa Kramář, l’ex sede dei presidenti dei ministeri cechi. Oggi è normalmente accessibile al pubblico.
  • ponticello sopra la via Chotkova – Giardini di Chotek (Chotkovy sady) – Residenza estiva della regina Anna (Letohrádek královny Anny)
    I Giardini di Chotek offrono delle vedute atipiche e interessanti del Castello di Praga e della Città Piccola. Nella parte centrale si trova il monumento dello scrittore ceco Julius Zeyer, un’opera importante del simbolismo ceco.
    La Residenza estiva della regina Anna, o Belvedere, rappresenta un’opera perfetta del Rinascimento italiano. L’imperatore Ferdinando I la fece edificare a metà del XVI secolo per la propria consorte, Anna di Boemia ed Ungheria. Continuate per la scalinata, che conduce giù dal Belvedere.
  • Fíkovna – Fossato dei Cervi (Jelení příkop) – tunnel sotto il ponte Prašný most
    Fíkovna: così come la Residenza Estiva della Regina Anna, questo giardino di frutta chiuso da quattro mura rappresenta un ricordo dell’Italia. Nel XVI secolo, quando iniziavano i mesi invernali veniva coperto con un tetto e riscaldato per proteggere gli alberi di fico.
    Tramite un ripido sentiero scendete al Fossato dei Cervi, l’ex riserva reale di caccia dove un tempo si cacciavano gli animali. La veduta verso l’alto degli alberi e delle mura del Castello di Praga (Pražský hrad) è incantevole, così come la pace che regna in questo luogo (a differenza dei cortili del castello). Continuate in direzione del tunnel ellittico per pedoni, realizzato dall’architetto ceco contemporaneo Josef Pleskot.
    Nota: Da novembre ad aprile, il Fossato dei Cervi è chiuso. In alternativa, potete percorrere la strada lungo le Mura Mariane, attraversare il ponte Prašný most e raggiungere il Castello di Praga, passare per Piazza Hradčanské náměstí e via Kanovnická fino a raggiungere il vicolo Nový Svět. Poi continuate lungo l’itinerario.
  • Punto panoramico di Masaryk (Masarykova vyhlídka) – via U Brusnice – via Nový Svět – via Černínská – Piazza Loretánské náměstí
    Il punto panoramico di Masaryk è un luogo rialzato nel Fossato dei Cervi superiore dove il primo presidente cecoslovacco, Tomáš Garrigue Masaryk, aveva il proprio studio all’aperto. Da qui si può ammirare una bella veduta del Castello di Praga.
    Nový Svět è uno dei vicoli più affascinanti di Praga ed un luogo piacevole per fermarsi a prendere un caffè o fare uno spuntino.
    Piazza Loretánské náměstí è dominata da due edifici importanti: Loreto (Loreta) – santuario barocco con la cappella e il monastero dei cappuccini (consigliamo una visita a parte) - ed il Palazzo Černín (Černínský palác), oggi Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Ceca.
  • via Loretánská – Pohořelec – Monastero di Strahov (Strahovský klášter) – Via Raoula Wallenberga
    Il Monastero di Strahov (Strahovský klášter), dell’ordine dei premostratensi, è conosciuto soprattutto per la sua celebre biblioteca. L’organo della chiesa locale fu suonato da W. A. Mozart e, grazie all’intraprendenza di un monaco, si riuscì a realizzare uno spartito che è conservato in questo luogo. Nel complesso del monastero trovate anche il famoso birrificio di San Norberto, la cui birra è molto rinomata. La veduta di Praga che si ammira da questo posto è davvero indimenticabile.
  • Scalinata di Petřín con le lanterne – sotto la Torre panoramica di Petřín (Petřínská rozhledna) – Osservatorio di Štefánik (Štefánikova hvězdárna) – Giardino delle Rose (Růžový sad) – Květnice
    La Torre Panoramica di Petřín è una copia ridotta della Torre Eiffel; entrambe le loro cime si trovano alla stessa altezza sul livello del mare. Un’attrazione retrò molto popolare è il labirinto degli specchi, che si trova pochi metri più avanti.
    Anche il Giardino delle Rose ha una sua magia, ma la parte più bella è il giardino Květnice, al quale si accede tramite una porta poco appariscente nelle mura. Lo trovate nella zona in discesa, dietro l’osservatorio di Štefánik.
  • Giardino di Kinský (Kinského zahrada) – laghetto superiore con la statua di un leone marino – per la scalinata con l’acqua– Chiesa di San Michele (kostel sv. Michala) – laghetto inferiore con la statua di Ercole – Residenza estiva dei Kinský (Letohrádek Kinských) – Piazza náměstí Kinských  fermata del tram “Švandovo divadlo”
    Il Giardino di Kinský è un grande parco che ricopre il pendio sudorientale di Petřín. Qui trovate elementi romantici, come laghetti, cascate d’acqua, una terrazza panoramica e la Chiesetta di legno di San Michele (kostelík sv. Michala), portata qui nel secolo scorso dai Carpazi. Nella parte inferiore si trova un prato oblungo con la Residenza estiva dei Kinský, dove potrete visitare l’esposizione etnografica del Museo Nazionale. I bambini più piccoli si possono divertire nel parco giochi che si trova vicino all‘uscita del parco.
    La Piazza Náměstí Kinských si trova a pochi passi dal centro. Nei dintorni ci sono molti ristoranti e caffetterie piacevoli.

Visualizza le informazioni dettagliate

Edifici correlati