Breadcrumb

Teatro Hybernia (Divadlo Hybernia)

Questo importante teatro musicale ha sede nella Casa Agli Iberni (Dům U Hybernů), che attira subito l’attenzione per il suo aspetto interessante in stile impero. Grazie alla sua posizione unica nel centro storico di Praga, il teatro è anche un luogo dove si tengono concerti, balli ed eventi culturali e sociali di prestigio.

Teatro Hybernia (Divadlo Hybernia), náměstí Republiky 4, Praha 1 - Nové Město, 110 00
Web: http://www.hybernia.eu, indirizzo e-mail: sekretariat@hybernia.eu
tel.: +420221419420

Programma

La storia dell'edficio

Palazzo degli irlandesi (Palác U Hybernů)

Storia dal medioevo fino allo scioglimento del convento.
Subito dopo la fondazione della Città Nuova (Nové Město) nel 1348, Carlo IV fece costruire qui il convento benedettino di S. Ambrogio (sv. Ambrož). Nel 1630, i francescani irlandesi ottennero l’appezzamento di terreno dall’imperatore Ferdinando II. In seguito all’esilio da parte della regina Elisabetta, questi si stabilirono nei Paesi Bassi, da dove l’imperatore li richiamò a Praga. I monaci venivano chiamati hiberni secondo il nome latino dell‘Irlanda - Hybernia (a loro il merito di aver portato per la prima volta in queste terre le patate, che coltivavano nell’orto del convento). Il convento del primo Barocco, con la chiesa dell’Assunzione della Vergine Maria Immacolata, è nato come edificio nuovo negli anni 1641 - 1654, gli edifici originari furono demoliti. L’autore del progetto fu probabilmente Carlo Lurago. La torre venne aggiunta soltanto negli anni 1671-1672, la libreria del convento venne costruita nel 1701.

La ricostruzione imperiale e la prima repubblica.
In seguito allo scioglimento del convento da parte di Giuseppe II nel 1785, il complesso venne svuotato e destinato all‘esercito, dopodiché lo ottenne all’asta il conte Jan Sweerts-Sporck. A cavallo tra il XVIII e il XIX secolo, lo spazio dell’ex tempio era utilizzato dal teatro ceco – il palco si trovava sul presbiterio innalzato.
Più tardi, acquistò il complesso una società bancaria (amministrazione bancaria statale), la quale effettuò una ricostruzione completa negli anni 1808 - 1811 secondo il progetto dell‘architetto Jiří Fischer seguendo il modello della zecca di Berlino. I lavori di ricostruzione furono guidati dal costruttore praghese Jan Zobel; durante questi vennero riempite le catacombe, la facciata originale della chiesa venne eliminata e venne tolta la torre. La nuova facciata fa parte delle più preziose costruzioni imperiali di Praga. La decorazione con statue è opera di František Xaver Lederer.
Nell’area avevano sede gli uffici delle imposte, gli uffici doganali e l’ufficio censura. Nel periodo della prima repubblica si decise di conservare il complesso e, in seguito, venne approvata l‘idea di alcuni artisti cechi di trasformare il complesso in una sala esposizioni. I lavori iniziarono negli anni 1940-1942, secondo il progetto dell’architetto accademico Josef Karel Říha con l’installazione della scalinata interna, di parte di un’ulteriore piano, con l’installazione degli spogliatoi e degli impianti sanitari. Durante la guerra i lavori vennero interrotti e furono terminati soltanto dopo il 1949.

Il presente.
La ricostruzione ha avuto inizio nel 2000 ed è terminata nell’autunno del 2006. L’autore del progetto è l’ingegnere architetto Michael Klang – che pose l’accento sulla massima conservazione dell’aspetto originale e sull’armonizzazione delle parti storiche con quelle nuove.
Durante i lavori di ricostruzione venne rinnovata anche la cappella barocca (o corridoio di passaggio) del XVIII secolo, con ricchi intonaci. Questo spazio venne esaminato e poi murato già nel 1938, attualmente è coperto da un muro di vetro trasparente e si sta considerando la possibilità di organizzare visite per il pubblico esperto.

Visualizza la storia dell'edficio