Breadcrumb

Cattedrale di San Clemente (Katedrála sv. Klimenta)

La costruzione di questa chiesa barocca situata nel complesso di Klementinum fu commissionata dai Gesuiti e realizzata dall'architetto Antonio Lurago tra il 1711 ed il 1715. Il semplice esterno dell’edificio si apre per rivelare la grandezza dell’interno. Di particolare valore sono le sculture di M. B. Braun sui sei altari laterali e un dipinto di P. J. Brandl. La Chiesa greco-cattolica usa questa chiesa per celebrare le messe in slavo antico ed in ucraino.

Cattedrale di San Clemente (Katedrála sv. Klimenta), Karlova 190/1 , Praha 1 - Staré Město, 110 00
Web: http://www.reckokat.cz
tel.: +420222220364, +420603919115

FUNZIONI RELIGIOSE GRECO-CATTOLICHE CHE SI SVOLGONO REGOLARMENTE
in ucraino

  • domenica: 8.30 e 12.00
  • mercoledì, venerdì: 17.00
  • sabato: 10.15

in slavo antico

  • domenica: 10.15 e 17.00
  • lunedì, martedì, giovedì, sabato: 17.00

 

Visite solo su accordo telefonico.

Visualizza le informazioni dettagliate

La storia dell'edficio

La cattedrale di San Clemente è una delle tre chiese del Clementinum. Parte della chiesa si trova al posto della chiesa Romanica di San Clemente che apparteneva all’ordine dei Domenicani. Il nuovo e, dall’esterno, semplice edificio barocco fu costruito da Anselmo Lurago, sulla base dei progetti dell’architetto Franciscus Maxmilian Kaňka del 1711-15.
Uno degli interni barocchi meravigliosamente decorati è dentro la Chiesa. Il semplice esterno della chiesa rende l’interno ancora più eccezionale. La chiesa ad una sola navata ha sei altari laterali. I maggiori artisti barocchi del tempo contribuirono alla decorazione complessa. Gli stucchi decorativi furono creati da S. Götzler nel 1715. Gli originali affreschi di Johann Hiebl che raffigurano scene dell’ascesa di San Clemente sono state conservate nelle singole sezioni della volta.
Le statue di pietra dei padri della chiesa e degli evangelisti sono i lavori di Matthias Bernard Braun, come le sculture negli altari laterali e il pulpito. Al di sotto del coro ci sono i confessionali, gli accurati intagli scolpiti sono anch’essi opera di Matthias Braun.
L’illusione ottica dell’altare principale è dominata dal quadro di San Clemente e dal dipinto di Sant’Ignazio di Loyola. Sul lato l’altare di San Lorenzo e Leonardo è una pittura di Peter Brandl che raffigura San Leonardo che guarisce il malato. Ignaz Raab contribuì anche a dipingere l’interno, creando quadri dei Santi gesuiti e dei patroni boemi nelle nicchie e sui pilastri. Le panche riccamente decorate sono anche degne di nota. Le mattonelle del pavimento sono realizzate con marmo colorato. L’acustica dentro la chiesa è notevole.
La chiesa fu consegnata alla Chiesa greco-cattolica nel 1931. Nel 1950-1969 essa è appartenuta alla chiesa Ortodossa ma dal 1969 ha servito di nuovo la Chiesa greco- cattolica. Le messe sono celebrate nella Chiesa ucraina e slava.

Visualizza la storia dell'edficio

Edifici correlati