Breadcrumb

Giardino Zoologico della Città di Praga (Zoologická zahrada hl. m. Prahy)

Grazie alla sua posizione eccezionale, lo Zoo di Praga è considerato uno dei più bei giardini zoologici al mondo. Il suo terreno frastagliato offre una passeggiata esotica di dieci chilometri attraverso la Casa Africana, la Giungla Indonesiana o la Valle degli Elefanti. Questo splendido angolo pieno di natura è un luogo molto amato soprattutto da famiglie con bambini, i quali possono accarezzare e dar da mangiare gli animali domestici nello Zoo speciale dedicato proprio a loro.

Giardino Zoologico della Città di Praga (Zoologická zahrada hl. m. Prahy), U Trojského zámku 3, Praha 7 - Troja, 171 00
Web: http://www.zoopraha.cz, indirizzo e-mail: pr@zoopraha.cz
tel.: +420296112230

Orario di apertura

Novembre – Febbraio

Tutta la settimana
09.00 – 16.00

Marzo

Tutta la settimana
09.00 – 17.00

Aprile – Maggio

Tutta la settimana
09.00 – 18.00

Giugno – Agosto

Tutta la settimana
09.00 – 19.00

Settembre – Ottobre

Tutta la settimana
09.00 – 18.00

Visualizza le informazioni dettagliate

La vendita dei biglietti termina 30 minuti prima della chiusura.

Prezzo d'ingresso

di base

200 CZK

ridotto

150 CZK

familiare

600 CZK

Il listino completo dei prezzi dei biglietti si trova qui

 

Visualizza le informazioni dettagliate

La storia dell'edficio

Lo zoo di Praga ha precursori sotto forma di diversi serragli. La Corte del Leone nel Castello di Praga al tempo di Rodolfo II fu probabilmente la più famosa. Essa non allevò solo i leoni come animali araldici (un leone, simbolo della forza e del coraggio fu adottato come emeblema dello stato ceco), ma anche altre specie uniche come gli orangotanghi e, secondo quel che si dice, l’oggi esitinto Dodo. Più tardi si fecero tentativi, piuttosto non professionali, di costruire giardini zoologici in posti differenti – a Stromovka, nel giardino dell’Eden, a Letná, a Štvanice, nel frutteto di Vrchlického o nel giardino Kinsky, ma essi fallirono sempre. Il primo zoo nella Repubblica Ceca fu costruito nel 1919 a Liberec, grazie all’Associazione scientifica tedesca..
L’alto livello professionale del giardino zoologico di Praga è attribuito al professor Jiřì Janda, un eccellente zoologico e ornitologo, autore di opere sugli animali vertebrati, specialmente uccelli, insegnante di biologia alle scuole superiori e, membro del comitato consultivo del ministero dell’educazione. Nel 1921 gli fu commissionato di redigere una proposta per costruire un giardino zoologico a Praga e, in seguito alla sua fondazione, egli divenne il suo primo direttore. Nel 1924 egli scelse l’area di Praga - Toja come luogo per il futuro zoo. Nel 1926, la Zoo Cooperativa Commericale, Acquisti e Costruzione fu stabilita come investitore ed operatore.
Il Sig. Svoboda, proprietario terriero di Troja, donò terreni a T. G. Masaryk, con l’obiettivo di istituire strutture educative per i giovani poveri. Questa donazione ha permesso, di conseguenza, la costruzione dello zoo a Troja, nell’originale area di otto ettari. Il giardino fu aperto al pubblico il 28 settembre 1931. A quel tempo lo Zoo aveva oltre 200 animali propri. All’inizio il giardino zoologico fu costruito secondo il progetto dell’Ufficio progetti di Hagenbeck. Dal 1933 furono costruiti la struttura dell’ufficio ed il padiglione dei felini. A quel tempo i lavori di costruzione furono gestiti dall’architetto Jiřì Fuchs, architetto funzionalista di spicco (Palazzo delle Esposizioni).
Nel 1932, i primi cavalli Przewalski arrivarono allo Zoo, diventandone suo simbolo, negli anni seguenti lo Zoo di Praga si affermo´gradualmente come il numero uno al mondo per quanto riguarda il loro allevamento. Essi sono stati allevati ininterrottamente, con grande successo, grazie al Professor Bílek. Nel 1959 lo zoo di Praga fu incaricato di conservare il registro genealogico dei cavalli, ovvero l’inventario di tutti i cavalli di Przewalski viventi, i quali sparirono completamente dallo stato brado.
Lo zoo di Praga contribuì fortemente a non far estinguere questo esemplare zoologico.
Negli anni seguenti l’apertura del giardino, lo Zoo di Praga ottenne il primo ghepardo, l’elefante asiatico, l’ippopotamo ippopotamo, il rinoceronte rhino e l’ippopotamo pigmeo. Nel 1936 il padiglione degli animali fu completato, nel 1937 fu allevato il primo condor americano e, nel 1940, lo zoo di Praga come primo Zoo al mondo, riuscì ad allevare un orso polare. Nel 1954 lo Zoo fu trasferito dalle mani delle cooperative sotto l’amministrazione dello stato.
Dal 1947 al 1949 furono costruiti nuovi padiglioni di scimmie e di mammiferi rari e, nel 1956, il padiglione degli uccelli acquatici. Nel 1950 lo zoo di Praga ebbe il primo scimpanzé, nel 1961 il primo orangotango e nel 1963 il primo gorilla. Nel 1969 lo zoo gestì il primo allevamento di leopardi nebolosi in Cecoslovacchia e, nel 1972, il primo allevamento di ghepardi. Allo stesso tempo fu aperto un nuovo padiglione di elefanti, ippopotami e rinoceronti.
Nel 1981 nacquero i gemelli di ippopotamo, altri risultati considerevoli includono l’allevamento di cani selvatici e, specialmente, l’allevamento dell’iguana cubana. Lo zoo di Praga alleva regolarmente, come l’unico zoo al mondo in una zona temperata; esso è famoso, inoltre, per le dozzine di cuccioli di pellicano e di fenicotteri e, per gli allevamenti di panda rossi, di antilopi, lupi dalla criniera, cervi Pere David, struzzi nandù, etc.
Nel 2002 lo zoo di Praga fu colpito gravemente dall’alluvione. L’acqua inondò l‘intera parte più bassa del giardino e, entro poche ore, oltre 1000 animali, inclusi 750 uccelli, 150 rettili e oltre 100 mammiferi furono evacuati. L’acqua causò enormi danni e, sfortunatamente, alcuni animali morirono. 80 uccelli, 9 mammiferi inclusi un elefante, due ippopotami, un gorilla, un leone, un orso, una foca e due pigmei liberiani affogarono, o, gli fu praticata l’eutanasia. Il danno dell’immobile fu stimato in 125 milioni di corone.

Visualizza la storia dell'edficio