Breadcrumb

Sinagoga Klausen – Museo Ebraico di Praga (Klausová synagoga)

La Sinagoga Klausen si trova nelle immediate vicinanze del Vecchio Cimitero Ebraico. Questo edificio barocco venne edificato dopo il disastroso incendio del 1689 e completato nel 1694. È la più grande sinagoga del ghetto praghese ed era la seconda sinagoga più importante del Quartiere Ebraico di Praga. Oggi ospita un’esposizione del Museo Ebraico dedicata alle tradizioni e ai costumi ebraici.

Sinagoga Klausen – Museo Ebraico di Praga (Klausová synagoga), U Starého hřbitova 1, Praha 1 - Josefov, 110 00
Web: http://www.jewishmuseum.cz, indirizzo e-mail: office@jewishmuseum.cz
tel.: +420222749211

Orario di apertura

Novembre – Marzo

Lunedì
09.00 – 16.30
Martedì
09.00 – 16.30
Mercoledì
09.00 – 16.30
Giovedì
09.00 – 16.30
Venerdì
09.00 – 16.30
Domenica
09.00 – 16.30

Aprile – Ottobre

Lunedì
09.00 – 18.00
Martedì
09.00 – 18.00
Mercoledì
09.00 – 18.00
Giovedì
09.00 – 18.00
Venerdì
09.00 – 18.00
Domenica
09.00 – 18.00

Visualizza le informazioni dettagliate

tranne il sabato e le festività ebraiche
La modifica dell’orario di apertura dipende dall’ora solare e legale.

Programma

La storia dell'edficio

Su un terreno acquistato per l’antico cimitero ebraico dall’ex primate Mordechai Maisel, venne edificato un edificio composto da tre parti chiamate clausure (klaus = cella, dal latino claustrum). È da qui che deriva il nome della sinagoga. Una prima parte fu fondata dal rabbino Löw per l’università talmudica, la seconda era un oratorio e, la terza, veniva utilizzata per i bagni rituali (mikveh) e la cura dei malati. Nel 1689, l’intero edificio fu distrutto da un incendio e, nel 1694, grazie al superiore Šalamoun Chališ Kohen, sorse una nuova sinagoga in stile primo barocco, con una navata e una volta a botte con lunette riccamente stuccata. In origine si chiamava Nuova Scuola di Klaus. Era la più grande sinagoga del ghetto, la seconda più importante del quartiere ebraico praghese, nonché la sinagoga della confraternita funebre praghese (un’istituzione che si occupava dei funerali e dei cimiteri ebraici, degli ammalati, degli anziani e dei moribondi). Tra il 1882 ed il 1883, la sinagoga fu modificata dall’architetto Bedřich Münzberger e, dopo il 1921, venne nuovamente restaurata. Durante l’occupazione, l’arredamento interno venne distrutto. La sinagoga fu ristrutturata anche tra il 1979 ed il 1984 e, tra il 1995 ed il 1996.
Dell’edificio originario si è conservata solo la forma delle finestre e una targa su un pilastro che ricorda la nascita della sinagoga, avvenuta nel 1694. Qui si trova un esposizione permanente del Museo Ebraico intitolata “Le tradizioni e le usanze ebraiche”.

Visualizza la storia dell'edficio

Edifici correlati