Breadcrumb

Il cubismo ceco negli eleganti interni della Casa Alla Madonna Nera (Dům U Černé Matky Boží)

Il Museo delle Arti e dei Mestieri presenta le proprie collezioni negli eccezionali spazi cubisti della Casa Alla Madonna Nera, che per esse rappresenta l’ambiente migliore. Gli oggetti e i mobili autentici dell’epoca sono collocati in un ambiente autentico – lo spazio diventa così parte integrante dell’esposizione.

  • Casa Alla Madonna Nera
  • Casa Alla Madonna Nera
  • Casa Alla Madonna Nera
  • Casa Alla Madonna Nera
  • Casa Alla Madonna Nera
  • Grant Café Orient
  • Grant Café Orient

La sede dell’esposizione permanente intitolata "Il Cubismo ceco" è un monumento storico unico - la Casa Alla Madonna Nera in piazza Ovocný trh, in centro a Praga. L’edificio, in origine costruito come centro commerciale, è un vero e proprio gioiello cubista. Il suo autore è Josef Gočár, uno dei più importanti architetti cechi della prima metà del XX secolo. Nonostante si sia affermato soprattutto nell’architettura, in molti casi i suoi disegni di mobili, orologi e lampade hanno definito il cubismo ceco come uno stile indipendente.

Gli spigoli appuntiti, le superfici intersecanti e le strutture cristalline sono tutti elementi tipici del cubismo ceco, un movimento mondiale straordinario che a Praga è nato attorno al 1910, quando un gruppo di giovani architetti e artisti d’avanguardia applicò i rivoluzionari principi cubisti di Picasso e Braque nell’architettura e nell’arte applicata. In origine, il cubismo era un movimento della pittura francese, che poi si estese all’architettura ceca. Deriva dal principio secondo cui la forma basilare di un corpo è cubica e, di conseguenza, un’opera d’arte composta da forme geometriche derivanti dal cubo è più interessante e ricca di contenuti.

L’esposizione intitolata “Il cubismo ceco” presenta, in due piani dell’edificio, uno spaccato del cubismo ceco incentrato nell’arte da interni del periodo compreso dal 1911 al 1914, fino ad arrivare all’inizio degli anni venti. La selezione rappresentativa di importanti serie di mobili e di pezzi singoli di mobili di Pavel Janák, Josef Gočár, Vlastislav Hofman, Josef Chochol, Otakar Novotný e Antonín Procházka viene completata da ceramiche, oggetti di metallo, campioni di tappezzeria ornamentale, manifesti e grafica applicata. Il collegamento di idee dell’arte libera e applicata nell’epoca cubista viene presentato nelle opere selezionate della pittura e scultura cubista (pitture di Emil Filla, Bohumil Kubišta, Josef Čapek, Václav Špála e Otokar Kubín e sculture di Otto Gutfreund). L’architettura viene presentata da una proiezione derivante da fotografie contemporanee delle opere architettoniche che completa la selezione di immagini d’epoca e di progetti architettonici pubblicati.

Fa parte dell’esposizione anche una zona attiva dedicata ai mobili cubisti. E non tutti gli oggetti sono in modalità “non toccare”: potete provare, ad esempio, come si sta seduti in una sedia cubista.

Dopo la visita dell’esposizione, potete concedervi un'altra “porzione” di cubismo. Dal punto di vista storico, il Grand Café Orient, situato al primo piano della Casa Alla Madonna Nera, è la prima e unica caffetteria cubista al mondo. L’interno rinnovato in stile cubista, assieme all’interessante offerta di cibi e bevande, rappresenta non solo un ricordo della gloriosa storia delle caffetterie, ma anche un’esperienza per tutti i cinque sensi. Potete gustare, ad esempio, i bignè con crema cubisti.

Luoghi consigliati

Eventi selezionati