Breadcrumb

Il Liberty a Praga

Il Liberty (in ceco: Secese) è l’ultimo degli stili artistici universali che a cavallo tra XIX e XX secolo ha interessato praticamente tutta la civiltà occidentale e con i suoi tipici elementi figurativi ha segnato l’architettura, la pittura e la scultura.

  • Hotel Paříž
  •  © http://www.hotel-imperial.cz
  • Art Nouveau Palace Hotel
  • Hotel Villa Voyta, photo: www.villavoyta.cz

La magia del Liberty tuttavia risiedeva principalmente nella misura in cui aveva permeato la vita quotidiana. La moda femminile, i gioielli, i manifesti nelle strade, i mobili e le suppellettili di cucina: tutto era stato segnato dal design Liberty. Addirittura le stazioni di quel mezzo di trasporto nuovo e supermoderno che era la metropolitana venivano costruite sotto l’influsso di questo nuovo stile di moda che prende il nome di JugendstiI in tedesco, di Art Nouveau in francese, di stile Liberty o floreale in italiano e di Estilo Modernista in spagnolo.

Il termine stesso di «secese» (Sezession) è stato coniato a Vienna, all’inizio come definizione del movimento di protesta dei giovani artisti contro gli accademici conservatori, lo stile artistico vero e proprio è nato in Belgio. Padre del nuovo stile può essere considerato l’architetto belga Victor Horta, anche se il pittore ceco Alfons Mucha con i suoi manifesti era diventato così famoso a Parigi che il nuovo stile da lui aveva preso il nome di «le style Mucha».

Il nome francese del Liberty - Art Nouveau - derivava dalla piccola ma importante galleria parigina Maison de l'Art Nouveau, in cui il proprietario e mercante d’arte tedesco Siegfried Bing esponeva e vendeva arte Liberty, per quel tempo molto innovativa. L’intenzione originaria di Bing non era quella di creare un nuovo stile; stando alle sue parole voleva solo offrire uno spazio espositivo a giovani artisti di talento.

Nel corso di vent’anni, nel periodo che viene indicato come l’epoca d’oro della vita sociale europea, questo stile ha influenzato non solo i giovani artisti che iniziavano a creare. Lo stile spiccatamente decorativo che sfruttava nuovi materiali e un cromatismo insolito con enfasi sull’utilizzo di curve e di motivi floreali aveva infatti conquistato anche la generazione più vecchia di architetti, di pittori e di scultori, la generazione che era cresciuta nella tradizione dello storicismo e della rispettabilità artistica.

L’architettura Liberty ha influenzato anche il volto di Praga. Ci ha lasciato begli edifici e begli interni. La Casa Municipale o la casa Topičův dům, l’edificio delle assicurazioni in via Spálená, l’attuale sede del Goethe Institut sul lungofiume Masarykovo nábřeží, la Stazione Centrale con il Caffè Fanta oppure anche il ponte Čech e il monumento a Jan Hus in Piazza della Città Vecchia ne sono una chiara dimostrazione. Un capitolo a parte sono gli alberghi Liberty di Praga.

Alberghi Liberty a Praga

Alcuni alberghi di Praga si collocano tra i più importanti monumenti Liberty della capitale. La maggior parte degli elementi originali si è conservata soprattutto nell’architettura e nelle facciate degli edifici, in alcuni casi anche negli interni dei ristoranti degli alberghi e di altri luoghi pubblici. Le camere degli alberghi sono sempre arredate in stile diverso, prevalentemente moderno.

Hotel Paris Prague
Un inconfondibile aspetto di inizio del secolo scorso è quello di uno dei alberghi più belli di Praga, l’hotel Paris, che si trova in pieno centro storico. Dettagli Liberty decorano l’edificio neogotico progettato nel 1904 dagli architetti Jan Vejrych e Antonín Pfeifer. Grazie al fatto di essere stato dichiarato monumento storico, l’albergo può vantare anche un arredamento originale degli interni. La cosa vale ad esempio per il bellissimo arredamento del ristorante Sarah Bernhardt. Il ristorante che porta il nome della famosa attrice e cantante offre un’atmosfera davvero esclusiva e romantica in interni puramente liberty. Qui si servono sia specialità francesi che cucina ceca tradizionale preparata in un leggero stile moderno.

Art Nouveau Palace Hotel
Ben pochi alberghi di Praga possono vantare una storia ricca come quella dell’Art Nouveau Palace Hotel. L’area del palazzo esisteva già nel XIV secolo. L’albergo attuale è stato creato nello stile della scuola Liberty viennese nel 1909 su progetto dell’architetto Georg Justich. Subito dopo l’apertura l’albergo è diventato un centro di vita sociale a culturale a Praga. Della grande popolarità dell’albergo tra i personaggi noti dell’epoca testimonia non solo il fatto che uno dei primi ospiti è stata Josephine Baker ma anche il fatto che con il nome di due personalità importanti - la cantante lirica ceca Emma Destinnová e il suo partner di canto Enrico Caruso - vengono oggi chiamati due dei saloni. Nel 1986 l’architettura, l’arredamento e la decorazione erano così intaccati dalle ingiurie del tempo che l’albergo dovette essere chiuso e restaurato. È stato riaperto nel 1989 dopo essere stato accuratamente restaurato in modo da conservare il carattere del Liberty viennese e i dettagli unici grazie ai quali è possibile distinguere facilmente l’edificio dagli altri monumenti Liberty di Praga. La riapertura dell’albergo nel 1989 ha segnato l’inizio del periodo più florido e più celebre nella storia più che secolare dell’edificio.

Il Grand hotel Evropa
La Piazza S. Venceslao può vantare vari edifici interessanti e un suo elemento tipico è la varietà degli stili architettonici. Al centro della piazza si innalza un albergo Liberty con una splendida decorazione floreale, costruito negli anni 1903 - 1905 su progetto degli architetti Alois Dryák e Bedřich Bendelmayer. Lo scultore Ladislav Šaloun ha creato i dettagli della facciata in cima alla quale c’è una composizione di statue che sostengono il globo terrestre. Un gioiello Liberty viene considerato il locale Ristorante Francese, una sala rettangolare con soffito di vetro a volta e pareti rivestite di legno variopinto intarsiato e decorato a intaglio. Attualmente l’albergo è in corso di restauro.

L’Hotel Meran
L’Hotel Meran è stato costruito come piccolo albergo familiare al centro di Piazza S. Venceslao negli anni 1895 - 1906. Già al momento della sua creazione era stato considerato, insieme all’hotel Europa, un gioiello architettonico e un ornamento della piazza. Così è del resto anche oggi. I dettagli Liberty sulla facciata sono ben evidenti.

K+K Hotel Central
Uno degli edifici Liberty più vecchi e più belli di Praga è nato già nel 1899 su progetto degli architetti Alois Dryák e Bedřich Bendelmayer. Padre spirituale di questa costruzione è stato però Friedrich Ohmann. Gli stupendi dettagli Liberty sulla facciata (portale, decorazioni sopra le finestre, lampade) e all’interno dell’albergo (grate, illuminazione, ascensore, vetrate) si sposano a un impianto moderno.

L’Hotel & Café Imperial
Uno dei alberghi più belli di Praga è nato da una mescolanza degli stili tardo Liberty e Art Deco. Era stato costruito alle soglie della prima guerra mondiale, negli anni 1913 - 1914, su progetto di Jaroslav Benedikt. La decorazione a mosaico negli interni in tardo stile Liberty è stata progettata dal professore Jan Beneš. All’Imperial andava a prendere il caffè Franz Kafka, Leoš Janáček vi aveva abitato. Il ristorante Café Imperial vanta degli interni assolutamente unici a Praga con una ricca decorazione in maiolica.

Hotel Villa Voyta
Già da più di un secolo, dal 1912, l’hotel Villa Voyta, perla dell’architettura Liberty, offre i suoi servizi. L’interessante edificio Liberty era sorto in un quartiere residenziale di nuova costruzione al di fuori della parte centrale di Praga, circondato dal verde e da un piacevole giardino estivo. L’epoca Liberty traspira sia dall’esterno dell’albergo che dagli interni del ristorante, della hall dell’abergo e delle camere.

Luoghi consigliati